Il gambero di fiume: un amico da salvare!

Il gambero di fiume autoctono, Austropotamobius pallipes, è una specie attualmente a rischio di estinzione, a causa delle numerose minacce che subisce.

Le principali minacce per le popolazioni del gambero di fiume autoctono sono l’alterazione dell’habitat prediletto, causato dalla modifica della morfologia dei corsi d’acqua, dal peggioramento della qualità chimico-fisica delle acque, dallo stravolgimento del regime idrologico, a cui concorrono sempre più decisamente, insieme all’uomo, anche i cambiamenti climatici, oltre che, non da ultimo, la colonizzazione della maggior parte degli habitat di pianura da parte dei gamberi alloctoni invasivi, portatori sani della peste del gambero.

Il LIFE IP GESTIRE 2020 si è dedicato all’aggiornamento del quadro conoscitivo dello stato di conservazione dell’habitat e delle popolazioni di gambero d’acqua autoctono nei Siti Natura 2000.

L’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste (ERSAF) e Regione Lombardia hanno attivato dall’inizio degli anni duemila, grazie ai progetti LIFE finanziati dall’Unione Europea, un sistema di tutela e di salvaguardia della specie.

Negli ambiti territoriali selezionati – tra cui il Parco dell’Adamello – sono stati condotti lo studio preliminare dell’idrografia, la caratterizzazione genetica delle nuove popolazioni individuate di Austropotamobius spp. e la progettazione di interventi di miglioramento dell’habitat adatto alla specie.

Grazie al contributo di ERSAF nell’ambito del Progetto “LIFE 14 IPE IT 018“ Nature Integrated Management to 2020 – GESTIRE 2020” – Azione E9 “Attività di divulgazione e disseminazione delle attività di conservazione del Gambero di fiume”, il Parco dell’Adamello ha realizzato un fumetto didattico per far scoprire anche ai più piccoli l’affascinante mondo del gambero di fiume autoctono.