Strategia per il controllo e la gestione delle specie aliene invasive

La problematica delle specie aliene invasive

Le specie aliene invasive (IAS, Invasive Alien Species) derivano da un’introduzione volontaria o involontaria da parte dell’uomo al di fuori del loro areale di presenza naturale. Le IAS sono riconosciute tra i fattori maggiormente responsabili della perdita di biodiversità e dell’alterazione dei servizi ecosistemici a essa collegati, possono causare gravi effetti diretti o indiretti sulle specie autoctone, sugli habitat e di conseguenza sull’equilibrio degli ecosistemi dove sono state introdotte. Non meno gravi sono le ripercussioni negative che le IAS possono avere sull’economia e sulla salute umana.
Visti i potenziali impatti negativi delle IAS, l’Unione Europea ha promosso diverse attività di ricerca e di monitoraggio relative a queste specie, come ad esempio il progetto DAISIE (Delivering Alien Invasive Species Inventories for Europe), finanziato nell’ambito del sesto programma quadro per la ricerca dell’UE. DAISIE ha individuato oltre 12.000 specie alloctone presenti in Europa, delle quali 1.094 (11%) causano impatti ecologici e 1.347 (13%) impatti economici. Seguendo quanto previsto dalla Strategia sulla Biodiversità, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea hanno inserito tra le proprie politiche la gestione e il contrasto alle IAS, introducendo il Regolamento UE n.1143/2014.

In Regione Lombardia la legge regionale n. 10/2008 “Disposizioni per la tutela e la conservazione della piccola fauna, della flora e della vegetazione spontanea” affronta il tema delle specie esotiche invasive, prevedendo la redazione di liste nere di specie alloctone oggetto di monitoraggio, contenimento o eradicazione. Le liste nere (una per le specie animali ed una per le specie vegetali) sono state approvate con d.g.r. 24 luglio 2008, n. 8/7736. La stessa legge vieta l’introduzione
di specie vegetali alloctone negli ambienti naturali, nonché il rilascio nel territorio regionale di individui di qualsiasi specie di invertebrati, anfibi e rettili non autoctoni.