GESTIONE SOSTENIBILE DEI PASCOLI ALPINI IN SITI RETE NATURA 2000

Migliorare la gestione zootecnica delle praterie alpine all’interno dei Siti Natura2000 è fondamentale per garantire la conservazione delle risorse naturalistiche e per la prosecuzione economicamente sostenibile dell’attività zootecnica qui praticata.

Nei Piani di gestione approvati dei Siti Natura 2000 in gestione alla Comunità Montana di Valle Camonica- Parco dell’Adamello, è prevista come specifica attività di conservazione lo sviluppo di innovative forme di gestione delle praterie alpine. L’innovazione in questo caso si traduce in una migliore e più razionale gestione delle praterie e degli ausili tecnici oggi disponibili a supporto dell’attività zootecnica.

Le attività dimostrative si propongono in particolare di intervenire su un paio di malghe in Siti Natura 2000, analizzando la vegetazione presente ed i rapporti tra questa e la catena di foraggiamento degli animali al pascolo (prendendo in considerazione la risorsa naturale disponibile, l’integrazione alimentare fornita, l’effettiva utilizzazione della risorsa naturale al pascolo ed i risvolti sulle caratteristiche finali del prodotto), con l’obbiettivo di proporre un modello di gestione che migliori la sostenibilità complessiva dell’attività (rendendola più economica per l’azienda, più efficiente ed appropriata ad esigenze anche di conservazione nell’utilizzo della componente naturalistica, più rispettosa delle caratteristiche di pregio delle produzioni finali legate all’ambiente). Numerose di queste malghe sono utilizzate da aziende che producono il Formaggio Silter DOP, per il cui disciplinare è fondamentale mantenere l’integrazione con concentrati al pascolo entro determinati limiti.

Il monitoraggio degli animali al pascolo mediante tecnologie satellitari consentirà di testare anche le applicazioni già disponibili in questo campo.

L’introduzione di elementi di approfondimento tecnico scientifico sulla migliore gestione delle risorse vegetali- foraggere, normalmente non alla portata delle aziende agricole e non presenti negli strumenti di pianificazione, consentirà idealmente di veicolare negli Enti gestori dei siti Natura 2000, nelle aziende direttamente coinvolte e indirettamente in altre aziende simili e nei loro Consorzi un modello ponderato e sostenibile per tutti i soggetti interessati di gestione dei pascoli alpini. Dal percorso potranno trarre beneficio anche le Amministrazioni comunali proprietarie delle superfici.

Il progetto prevede la costituzione di un partenariato tecnico scientifico tra ente gestore dei siti natura 2000, allevatori, Consorzio produttori Formaggio Silter DOP e referenti tecnico scientifici per l’approccio al problema e la realizzazione delle attività informative e dimostrative.


Ricordiamo che questa iniziativa è finanziata nell’ambito del programma di sviluppo rurale di Regione Lombardia 2014-2020, operazione 1.2.01